Effetti speciali di Iron Man 3: attacco alla villa di Stark

Scanline VFX ha realizzato uno splendido breakdown di una delle sequenze più famose di Iron Man 3.

Si tratta della scena della distruzione della residenza di Tony Stark, una lezione straordinaria in fatto di ricostruzione degli ambienti, esplosioni, e dinamica dei fluidi.

Se hai visto il film ricorderai sicuramente queste immagini: una flotta di elicotteri viene inviata alla mansion di Stark per uccidere lui e Pepper Pots. I due riescono a salvarsi indossando al volo (è il caso di dire) le armature, ma tutto il resto è ridotto in macerie.

Frame dopo frame, il breakdown mostra tutti i dettagli della lavorazione: la straordinaria set extension della collina sull’oceano, il rendering della residenza di Stark, la vestizione dell’eroe in corsa.

E mentre intorno tutto esplode, il tempo viene sospeso per permettere alla squadra di artisti digitali di cucire le armature addosso a Gwyneth Paltrow e Robert Downey Jr.

Nella seconda parte del video il crollo della struttura ci porta sott’acqua: Iron Man è intrappolato sul fondale e il video sfuma sull’animazione del braccio dell’armatura che parte come un siluro.

Non perdere assolutamente la parte da 1m12s a 1m24s qui vedi in rapida sequenza tutte le passate che costituiscono lo shot finito. Sono davvero tante e servono a rispondere nel modo più chiaro possibile a una domanda frequentissima degli studenti VFX Wizard: come posso creare shot complessi se il mio computer arranca anche con un rendering facile?

La risposta è che tutti i computer arrancano. Anche i Mac Pro che abbiamo qui in studio, anche le workstation Mac o Linux usate nelle produzioni di Hollywood. Non c’è singola macchina che possa realmente lavorare sugli asset di uno shot ad alto impatto.

Per il rendering, nessun problema: si lancia tutto sulla render farm. Ma per la preparazione dello shot? È qui che il video si fa prezioso e istruttivo: sta tutto nel separare gli elementi.

Nel dominio digitale non c’è nessun bisogno che ogni oggetto, ogni dettaglio, siano sempre presenti nella scena. Un esempio chiarisce la situazione: il modello della villa deve essere accurato (anzi: perfetto) per il rendering, ma non occorre la stessa accuratezza se viene usato solo come oggetto di collisione per la simulazione dei fluidi.

Quindi il segreto sta tutto qui: nell’usare diversi livelli di dettaglio e nel segmentare uno shot nelle parti costituenti. Questo è anche il motivo per cui è così importante (almeno se si produce da soli o in un piccolo team) che oltre alla CG 3D si conosca il compositing. Permette di capire al volo quale è l’approccio giusto e produttivo per uno shot.

Per il lavoro su Iron Man 3 la Scanline VFX ha ricevuto una nomination ai BAFTA (British Academy Film Television Awards — a proposito: tra i clienti di VFX Wizard ci sono vincitori del BAFTA) nella categoria “Special Visual Effects”.

Inoltre ha ricevuto due nomination ai VES Awards (Visual Effects Society — impossibile resistere: tra i nostri clienti abbiamo anche un vincitore dei VES Awards) per i migliori effetti in un film in cui erano prevalenti e il miglior compositing.

Le immagini del breakdown sono valorizzate dalla colonna sonora scritta per il film da Brian Tyler e il risultato è un video coinvolgente e una vera ispirazione per tutti gli appassionati di visual effects.

Oltre che ammirare gli effetti speciali, vorresti anche imparare a crearli? Guarda il corso professionale di Effetti Speciali con NUKE della Scuola Online FaiStrada® / VFX Wizard. Impari le tecniche di Hollywood da uno studio italiano che ha clienti a Hollywood.

2 commenti

  • E’ incredibile! 😀

  • che spettacolo! le simulazioni delle dinamiche sono veramente superbe !

Lascia un commento a lorenzo